Erasmus Plus: studenti del Liceo «Avogadro» al lavoro con l’Europa

Il .

Logo badges
 
Nella settimana dal 16 al 20 settembre si terrà presso la sede di via Galimberti l'incontro che conclude l’attività di scambio internazionale denominata «Erasmus Plus: Jobs, Jobs everywhere. Which one for me?». L’attività, che ha impegnato per due anni studenti e docenti dell’attuale 5°ELSC, ha coinvolto, oltre alla nostra, altre quattro scuole europee che, negli scorsi mesi, hanno ospitato delegazioni di studenti biellesi per le precedenti tappe di sviluppo del progetto: Güstrow, in Germania (John-Brinckman-Gymnasium), Vic in Catalonia (Institut Jaume Callis), Dublino (Palmerstown Community School) e Santa Venera, a Malta (St Micheael School, Malta). Il progetto era volto a stabilire un ponte tra il mondo della formazione e quello del lavoro, per una reciproca conoscenza volta a combattere la disoccupazione giovanile e a colmare il gap tra le competenze fornite dalla scuola e le reali esigenze della realtà occupazionale. Tra i prodotti finali anche la realizzazione della Duo-cil, una penna multifunzionale studiata per rispondere alle diverse esigenze della potenziale clientela. Nella giornata di lunedì 16 settembre raggiungeranno Biella delegazioni di docenti e studenti dei diversi.
Nella giornata di lunedì 16 settembre raggiungeranno Biella delegazioni di docenti e studenti dei diversi partner europei che dedicheranno le giornate di martedì e mercoledì alla conclusione dei lavori e alla visita di realtà biellesi e piemontesi: Oropa nella giornata di martedì e Stresa il giorno successivo.Giovedì 19 settembre, a partire dalle ore 8.00, l’Aula Magna del Liceo ospiterà il meeting conclusivo dei lavori, in cui i risultati saranno presentati alla scuola, alla stampa e al territorio. I lavori della mattinata saranno seguiti da una festa, organizzata dai Rappresentanti di Istituto del Liceo nel cortile della sede di via Galimberti, aperta a tutti gli studenti del Liceo, che si potranno anche esibire in un talent-show. Nel pomeriggio infine, le delegazioni europee si recheranno in visita al lanificio Cerruti quale esempio dell’eccellenza tessile biellese.